Purè di fave, una specialità pugliese

Purè di fave, una specialità pugliese

di Ilaria Riccardi

Ingredienti :

400 gr. di Fave secche decorticate

1 cucchiaio di bicarbonato di sodio

1 cucchiaino raso di sale

2 foglie di alloro

1 patata lessa

acqua (o latte ) q.b.

olio d’oliva per condire

procedimento:

1) Lavare molto bene le fave, poi metterle in ammollo in un recipiente insieme al bicarbonato per circa 12 ore.

2) Trascorso tale periodo risciacquare abbondantemente le fave.

3) Mettere le fave in una pentola e ricoprirle con acqua (o latte se si              preferisce), aggiungendo il sale e le foglie di alloro.

4 )Mettere  la  pentola sul fuoco con un coperchio sopra, portarla a bollore e poi abbassare la fiamma. Mescolare di tanto in tanto.

5) A metà cottura circa aggiungere la patata lessa e mescolare. (la patata darà più corposità al purè ma si può anche non aggiungere).

6) Lasciare cuocere per circa 30/40 minuti o comunquue fino a che le fave  non si saranno sciolte, volendo si può frullarle con un mixer ad immersione per renderlo più omogeneo.

7) A questo punto il purè di fave è pronto basta sistemarlo in un piatto e condirlo con un filo d’ olio d’ oliva.

Il purè di fave può essere mangiato sia come piatto unico, accompagnato da verdure stufate come cicoria o peperoni, insieme a crostini di pane, oppure come antipasto, spalmato su fette di pane tostato.

Il purè di fave è un piatto economico, facile da preparere ed è adatto anche a chi segue un’ alimentazione vegetariana o vegana.

Frafra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *