Entriamo nel mondo di Dora e la città perduta

Entriamo nel mondo di Dora e la città perduta

di Giulia Pagano

Giovedì 26 settembre uscirà il film Dora e la città perduta e noi vi racconteremo la trama della storia.

Nel profondo della giungla peruviana, Dora, figlia degli esploratori Cole ed Elena, trascorre le sue giornate in avventure con la sua amica scimmia Boots, suo cugino Diego e l’immaginaria amica Backpack and Map mentre ostacola il ladro di volpi Swiper. Quando Dora e Diego hanno sei e sette anni, Diego parte per stare con la sua famiglia a Los Angeles, mentre la famiglia di Dora rimane alla ricerca della città nascosta di Inca Parapata.

Dieci anni dopo, i genitori di Dora decifrano la posizione di Parapata ma scelgono di mandare Dora alla scuola di Diego a Los Angeles mentre viaggiano nella città perduta. Stando con la famiglia di Diego, Dora incontra gli altri studenti Sammy e Randy, ma Diego la considera imbarazzante. Durante una gita scolastica in un museo, Dora e gli altri vengono attirati nei suoi archivi fuori mostra, dove vengono catturati da mercenari che li portano in Perù. Quando atterrano, un uomo di nome Alejandro, che afferma di essere amico dei genitori di Dora, li aiuta a fuggire. Nel frattempo i mercenari, aiutati da Swiper, rubano la mappa di Dora. Alejandro riferisce che i genitori di Dora sono scomparsi e che i mercenari li stanno cercando nella speranza di entrare in Parapata e rubare i suoi tesori. Dora decide di trovare prima i suoi genitori con l’aiuto di Alejandro, mentre gli altri ragazzi vengono nella speranza di essere salvati.

Il gruppo attraversa numerosi ostacoli, tra cui sabbie mobili, puzzle di rovine inca e attacchi delle guardie forestali di Parapata. Dopo numerosi pericoli, Dora raggiunge i suoi genitori…ma i pericoli sono ancora in agguato!

Il film ha preso ispirazione dal cartone animato “Dora l’esploratrice” e ve lo consiglio perchè è molto avventuroso ed emozionante.

Frafra

Frafra

Un pensiero su “Entriamo nel mondo di Dora e la città perduta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *