La “vera” terribile storia di Jack o’Lantern

La “vera” terribile storia di Jack o’Lantern

di Giulia Pagano e Mattia Rotondo

Esiste una macabra leggenda irlandese che intende spiegare come mai per la ricorrenza di Halloween (“I morti”) nei Paesi anglosassoni si accendono lanterne che lanciano ombre spaventose. Lanterne spesso ricavate da zucche intagliate. Si tratta di una abitudine che, insieme ai travestimenti e ad altre usanze legate ad Halloween, ormai è arrivata anche in Italia.

In Irlanda viveva un uomo ubriacone proprio inaffidabile che si chiama Jack Stingy. Una notte incontrò il diavolo di nome Satana che gli annunciò che era il tempo di morire e di dagli la sua anima.

Con sorpresa Jack gli chiese di trasformarsi in una moneta per bere l’ultimo bicchiere di birra. Appena entrarono nel pub più vicino Jack vide il diavolo trasformarsi in una moneta come gli aveva chiesto, e lo mise nel borsello vicino ad una croce di argento. Subito il diavolo si arrabbiò e capì che non si poteva più trasformarsi.

Dopo qualche anno Jack morì ed andò a bussare alle porte del Paradiso ma non lo accettarono perché nella sua vita ha fatto brutte azioni e tenuto comportamenti sbagliati (ad esempio era un ubriacone). Quindi andò a bussare all’inferno ma il diavolo gli disse che non lo aveva perdonato per averlo ingannato ed intrappolato. Jack così gli chiese dove sarebbe dovuto andare e Satana gli rispose che si doveva arrangiare. A quel punto Jack gli chiese di dagli una palla ardente e Jack con quella si costruì una lanterna.

Da quel momento l’anima dannata di Jack si mise a camminare e a cercare eternamente un posto dove stare.

Frafra

Frafra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *