Il mondo visto dal balcone

Il mondo visto dal balcone

di Eleonora Saielli

In quarantena io mi sento sola però, in balcone, posso osservare tante cose e sentire tanti rumori.

Ascolto il canto degli uccelli e il via vai delle macchine, posso anche vedere un’enorme distesa verde con una ciclabile di ghiaia, dove, ogni tanto, passa della gente a passeggio con il cane.

In fondo alla distesa d’erba c’è una fattoria piena di animali che sembra abbandonata, mentre quando guardo in basso, noto dei fiorellini gialli e in un angolo dei papaveri rossi, che mi ricordano una canzone che mi cantavano quando ero piccola.

A volte riesco a vedere delle farfalle che volano leggiadre tra i fiori e io le seguo con lo sguardo fino a che non le vedo più. Nel mio balcone inoltre vive una cimice, che io ho chiamato Cimmi, e spero che anche lei mi aiuti nella mia solitudine.

Tutto questo mi fa sentire meglio, ma a me piace immaginarmi laggiù con le mie amiche quando tutto questo problema del Coronavirus sarà finito. Per adesso mi accontento di sentire la brezza e il vento continuando a sognare che tutto torni come prima.

Frafra

Frafra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *