Un’alunna della Dall’Aglio scrive ad Anna Frank

Un’alunna della Dall’Aglio scrive ad Anna Frank

di Noemi R. Guzman

Cara Anna,

io sono Noemi e ho dieci anni. Volevo dirti che capisco quello che hai passato. Tu sei sempre stata positiva e hai sempre saputo che quell’orrore sarebbe finito. Oggi infatti tutto è passato, ma dobbiamo fare di tutto per non dimenticare, così da non commettere lo stesso errore.

Se solo avessi resistito altre poche settimane, ora forse saresti con noi, anche se molto anziana e magari queste cose te le avrei dette di persona. Dentro di me sento che le stai comunque leggendo e ora sei in pace con la tua famiglia lassù.

Anna, tu non sei stata fortunata, ma sappi che sei una persona fantastica e stupenda. Ti meritavi di vivere di più ma il destino ha fatto la scelta che ha ritenuto più giusta e come spesso dici tu nel diario: “QUEL CHE E’ SUCCESSO NON PUO’ ESSERE CANCELLATO, MA SI PUO’ IMPEDIRE CHE ACCADA DI NUOVO”.

Noi ragazzi della 4 A della Dall’Aglio abbiamo passato tre giorni a ricordarti e a conoscerti, ci hanno letto delle frasi del tuo diario ed è stato fantastico, non vedo l’ora di comprarlo per leggerlo tutto. Per ora la mia frase preferita è stata: “CONSERVO ANCORA CON ME SPERANZE, NONOSTANTE TUTTO, PERCHE’ CONTINUO A CREDERE NELL’INTIMA BONTA’ DELL’UOMO”.

Anna anche grazie a te e al tuo diario tutto ciò è passato e spero non succederà più. Della frase precedente che ho scritto, ciò che ho sottolineato e ciò che ritengo vero, cioè: nonostante tutto quello che ho passato, continuo a credere nell’intima bontà dell’uomo. Anna anche io lo ritengo giusto, perchè succede che l’uomo sbagli e faccia errori immensi, ma poi rimedierà e commetterà una buona azione per rimediare.

Intanto cara Anna rimarrai sempre nei nostri cuori. Mi ricorderò sempre di te.

Noemi

Frafra

Frafra